Under 21 Serie A: Locatelli totale, Donnarumma reattivo

Le feste natalizie sono terminate anche per la Serie A, in campo negli ultimi due giorni per la 18^ giornata. Turno che ha confermato dei dati di fatto espressi fino al termine del 2019: Inter e Juve regine del campionato, Lazio che non muore mai, Atalanta celestiale e Napoli e Milan ancora deludenti. Un'altra piacevole consuetudine che accomuna la prima giornata del 2020 con il resto del campionato è il discreto numero di giovani utilizzati. Talenti Under 21 dei quali si più notare la crescita in termini di personalità e consapevolezza nei propri mezzi rispetto ai mesi passati. Un progresso che fa certamente piacere a La Giovane Italia, oltre che al ct Roberto Mancini e in generale a tutto il sistema calcistico italiano.

Locatelli sempre più guida neroverde - Il 2020 della Serie A si è aperto con 4 partite, tra cui Genia-Sassuolo. Una partita che ha visti i neroverdi, per l'ennesima volta in questa stagione, giocare bene ma non raccogliere il risultato pieno. Nell'ennesima prova sfortunata dei neroverdi non ha certamente nulla da rimproverarsi Manuel Locatelli, tra i migliori nella formazione di De Zerbi. L'ex Milan, oltre a fornire l'assist a Obiang per il momentaneo 1-1, ha diretto con grinta e classe il centrocampo emiliano. Determinante, infatti, il suo apporto sia nella riconquista del pallone che nella costruzione della manovra. Crescita costante per questo ragazzo, che sta vivendo probabilmente la migliore stagione della sua carriera.

Donnarumma tiene a galla il Milan - Anno nuovo vita vecchia per il Milan, che non comincia nel migliore dei modi il 2020. I rossoneri sono stati fermato sullo 0-0 in casa contro la Sampdoria, non superata nonostante il debutto di Ibrahimovic. Una partita che il Milan avrebbe potuto vincere ma nella quale ha anche rischiato in qualche circostanza. In questo senso è stato determinante Gianluigi Donnarumma, che ha negato a Gabbiadini due volte il gol all'inizio del secondo tempo. Il primo punto milanista del 2020, come tanti altri in stagione, porta la firma del portiere classe '99.

Gli altri talenti LGI - Il 18^ turno di Serie A si è aperto con la sfida tra Brescia e Lazio, che la squadra di Inzaghi ha vinto all'ultimo respiro. Prova bella e grintosa per le rondinelle, in cui ha brillato ancora una volta Sandro Tonali. Il centrocampista bresciano continua ad essere la luce bresciana, affrontando senza alcun problema più avversari contemporaneamente e illuminando la manovra di Eugenio Corini. Il tecnico a gara in corso si è affidato anche a Massimiliano Mangraviti (gara senza sbavature), Emiliano Viviani (buon apporto in fase di costruzione) e Alessandro Semprini (debutto in Serie A per lui). Nel Sassuolo De Zerbi ha cercato il pareggio fino all'ultimo minuto, affidandosi nel finale ai guizzi di Giacomo Raspadori. Brutta caduta per la Roma in casa contro il Torino: giallorossi troppi imprecisi in avanti e, tra i giocatori offensivi schierati da Fonseca, Nicolò Zaniolo si è fatto preferire nella prima parte di gara. Nel naufragio del Cagliari a Torino contro la Juventus, tra i pochi che si salvano c'è Luca Pellegrini: prestazione convincente nelle due fasi e confronto retto alla grande con un avversario come Cuadrado. Chiude l'Inter corsara a Napoli: nerazzurri micidiali in avanti e solidi in difesa, con Alessandro Bastoni che ancora una volta non ha fatto rimpiangere Godin.