Vitale, il siciliano doc che vuole trainare la Leonzio

Il fine settimana ha messo in mostra nove Under 19 iscritti al virtuale registro de La Giovane Italia nel girone C di serie C.

Sicula Leonzio-Paganese. Sono bastati diciassette minuti a Vincenzo Vitale per procurarsi il calcio di rigore che ha consentito alla Sicula Leonzio di strappare il pareggio contro la Paganese. Il palermitano, che già nel precedente torneo aveva dimostrato di saper maneggiare i ferri del mestiere siglando anche il suo primo gol tra i professionisti nel match contro la Casertana, domenica scorsa è tornato a mettersi in evidenza. Atterrato da un avversario in area, ha consentito alla sua squadra di raggiungere il 2-2. Ora sogna l'occasione d'oro per ritrovare pure la rete dopo aver sottoscritto in estate il suo primo contratto da professionista fino al 2024. Intanto condivide con Filippo Scardina la firma sul primo punto dei bianconeri.

Avellino-Teramo. Ad Avellino gongolano con Fabiano Parisi. Il terzino sinistro si sta riconfermando sui livelli già espressi in serie D. La società irpina ha fatto un ottimo affare prelevandolo dal Benevento, club nel quale ha militato prima di cimentarsi nella passata
stagione con il massimo torneo dilettantistico. Con il nuovo corso non sta palesando tentennamenti e infatti si è guadagnato la considerazione dei biancoverdi che lo stanno impiegando con continuità. Cosa che è successa pure nella partita vinta contro il Teramo.

Rieti-Bari. Secondo gettone di presenza in serie C invece per Andrea Marino. Il centrocampista di Ciriè, che i laziali si sono assicurati a titolo definitivo nel corso dell'estate prelevandolo dalla Salernitana (con i granata aveva partecipato al ritiro), ha aggiunto altri 18' (recupero compreso) al suo minutaggio. Il bottino gli ha permesso di dare continuità alla propria partecipazione dopo la gara da titolare disputata contro il Picerno undici giorni fa.

Rende-Ternana. Angelo Andreoli pure con la Ternana ha riconfermato Federico Ampollini (2000) al centro della sua difesa. Il Rende non ha evitato la sconfitta ma l'ex Monza, reduce dal prestito in serie D al Seregno, ha compiuto un salvataggio sulla linea quando Davide Borsellini (classe 1999, nel ranking LGI di serie C fino a giugno scorso) era già stato messo fuori causa dagli avversari rossoverdi.

Reggina-Bisceglie. A Reggio Calabria, prima da ex per Leonardo Mastrippolito. Il terzino pugliese che con la Reggina aveva cominciato lo scorso campionato di serie C, ha ritrovato i suoi ex tifosi. Il difensore multitasking era salito in prima squadra in virtù dell'intuizione di Roberto Cevoli, che lo aveva visto in occasione di un allemanento congiunto con la Berretti decidendo di portarlo con sé.
Il calciatore classe 2000, un anno più tardi e in seguito all'avventura nella Primavera del Sassuolo, dopo appena tre giornate di campionato può essere considerato un inamovibile del Bisceglie. I nerazzurri stellati hanno messo in vetrina per la terza settimana consecutiva il 2002 Claudio Ferrante, una delle maggiori sorprese del mondo LGI di questo avvio. Questa volta la partita del 17enne ex Bari è terminata al riposo.

Cavese-Vibonese. Un gol subito da Luca Bisogno contro la Vibonese. Il portiere campano tuttavia non ha particolari responsabilità sul gol dei calabresi. La Cavese ha confermato la sua volontà di puntare sulla linea verde mandando in campo dall'inizio anche Christian Nunziante e Riccardo Spaltro.

Credit foto: sito ufficiale Sicula Leonzio